Modalità di iscrizione per aspiranti soci strutturati (docenti universitari e ricercatori) e non strutturati (dottorandi, dottori di ricerca, assegnisti di ricerca, docenti a contratto):

1) L’iscrizione o il rinnovo possono essere fatti mediante il format qui a disposizione. Solo per chi si iscrive per la prima volta alla MOD è necessario allegare – oltre alla ricevuta di pagamento – la scheda di iscrizione per la quale è richiesta la firma di un solo socio effettivo, ossia di un socio che sia docente universitario o ricercatore di Letteratura italiana contemporanea, raggruppamento L-FIL-LET/ 11.

2) PAGAMENTO DELLA QUOTA ASSOCIATIVA ANNUALE (€ 50) DA VERSARE SUL CC 316/51 della Banca Monte dei Paschi di Siena, Agenzia 48, via Cavour, 82/a, 50129 Firenze, (IBAN = IT33M0103002870000000031651, ABI 01030, CAB 02870, CIN M, Codice filiale 1875. Per i residenti all’estero: nuovo codice SWIFT = PASCITM1W41) tramite bonifico in favore della MOD-Società italiana per lo studio della modernità letteraria, o versamento in contanti/assegno, dietro rilascio di ricevuta, presso i banchetti allestiti in occasione dei convegni o delle giornate seminariali della MOD.

Gli aspiranti soci strutturati devono aggiungere alla quota associativa anche il PAGAMENTO della QUOTA DI PRIMA ISCRIZIONE (€ 20). I soci non strutturati non sono più tenuti a versarla.

L’iscrizione ha validità annuale (scadenza 31 dicembre). I rinnovi si effettuano con il versamento della quota annuale, secondo le medesime modalità sopra indicate.

Eventuali cambiamenti concernenti i dati dei soci (e-mail; tel; ecc.) vanno comunicati esclusivamente per posta elettronica al socio che si occupa del database (attualmente Teresa Spignoli, tesoriere@modlet.it).

Dal 2008 la quota associativa comprende il numero annuale del periodico della Mod «La Modernità Letteraria». Per ottenerlo è necessario esibire la ricevuta del pagamento della quota annuale, o la copia del bonifico, ai banchetti MOD in occasione dei convegni annuali. L’ultimo numero è stato distribuito durante i lavori del convegno svoltosi a Bologna nel 2017.